Hatha Yoga, un'Arte e una Scienza

Mentre migliaia di scuole di Yoga sono sorte e continuano a sorgere in ogni parte del mondo, è bene ricordare le parole del saggio Svātmārāma nell’Hatha Yoga Pradipika, che è uno dei testi base della pratica Yoga, secondo il quale l’hatha yoga conferisce i suoi benefici, solo se è tenuto segreto!
E’ improbabile che vi siano dei pericoli nella diffusione indiscriminata dello Yoga, ma è stato chiaro sin dall’inizio di questa diffusione che, in mano a persone e insegnanti non qualificati, lo Yoga è soggetto a perversione, distorsione e volgarità. Le pratiche di Hatha Yoga diventano solo ginnastica e questo è un peccato, considerando i suoi incommensurabili valori spirituali.
Un saggio studente di Yoga non forza il corpo né lo lascia indocile, ma lo educa e progressivamente scopre le sue potenzialità nascoste, sviluppando una consapevolezza interiore ed una sensibilità che lo guidano nella scoperta degli ostacoli e nella loro eliminazione. Gli ostacoli possono essere muscoli ed articolazioni indeboliti dal disuso o tensioni dovute a maniere sbagliate di vivere o di pensare.
Le posizioni yoga, agendo sui muscoli, le articolazioni, il sistema nervoso, le ghiandole e gli organi interni, allentano le tensioni dove sono in eccesso e tonificano le parti deboli. In corrispondenza, a livello psicologico, cadono tensioni, ansie, apprensioni e paure, e s’instaura serenità, fiducia, ed ottimismo.
Allo stesso modo, se impariamo a distendere la mente e concentrarla in maniera corretta e costruttiva, anche nel corpo le tensioni si allentano e l’energia mentale che si dissipava torna ad essere a nostra disposizione.
Swami Venkatesananda, Yoga per la perfezione Integrale, Ass. Yoga Sivananda, Vasto.

Nessun commento: